domenica 6 gennaio 2013

02/01/2009

Sino già passati quattro anni!!!
Appena nato neanche un capello, ma due occhi, due occhi che mangiavano il mondo e che facevano innamorare tutti ( e non sono cambiati)
Poi la tua testolina si é trasformata in una cascata di boccoli e gli occhi sempre più grandi e del colore del mare.
Oggi i capelli sono corti, ma gli occhi sono sempre blu e profondi.
Sei diventato testardo, istintivo, ma sai essere dolcissimo, coccolone, tenero.
Non vuoi che vincano sempre i buoni, ma non sopporti le ingiustizie.
Se non hai quello che vuoi o non faccio quello che vuoi dici che sono cattiva, ma poi mi chiedi se sono ancora la tua mamma.
La luce dei tuoi occhi é tua sorella, non provi un amore così neanche per tuo padre o per me e sei adorabile quando ti preoccupi per lei.
Lei ti ha dato la prima delusione d'amore, perché sei più piccolo (non perché suo fratello), e quando ti ho spiegato che i fratelli non possono innamorarsi hai sentenziato che " non posso essere il suo namoureux (libera ispirazione dal francese amoureux), ma le voglio bene lo stesso"
Parli parli parli parli, chiedi chiedi chiedi chiedi, canti canti canti canti, ma quando stai zitto c'è da preoccuparsi.
Sei il mio tigrotto e io la tua mamma tigre, perché gatto non basta troppo piccolo e docile per i tuoi gusti, ma alla fine ti piacciono i grattini e fai le fusa.
Sei il mio piccolo grande ometto e ti amo da qui a Gesù e ritorno!!!!
Buon compleanno amore mio.

Per la torta avevo un sacco di idee, ma Andre sapeva esattamente cosa voleva e così ecco Saetta  e Chick sulla pista e nient'altro, sono riuscita giusto a fargli accettare il 4, dei suoi anni, nel logo cars.










cannucce e stuzzicadenti decorati da noi

ghirlanda fatta da noi

ghirlanda con nome fatta da noi

torta senza uova
(quantità per doppia dose)

240 gr farina
80 gr maizena
120 gr di margarina
200 gr zuchero
300 ml latte senza lattosio
2 bustine di lievito
qualche goccia di limone
2 bustine vanillina
2 cucchiai di latte

nell'impastatrice ho fatto andare a velocità 5 il burro e lo zucchero per almeno 4 minuti
ho setacciato la farina, la maizena e la vanillina, ho poi aggiunto al burro e allo zucchero, a cucchiaiate, poco per volta, facendo andare l'impastatrice a velocità 1
aggiunto l'ultimo cucchiaio sarà molto sfarinato.
ho messo la velocità a 2 e ho versato il latte poco per volta, lasciando che si assorbisse, fino a far diventare il composto una crema.
in un bicchiere ho messo le due bustine di lievito, le gocce di limone e i due cucchiai di latte, homescolato molto bene e ho aggiunto al composto.
ho frullato per 30-40 secondi a velocità 5
trasferito in una teglia e infornato per 25 minuti a 180°

decorato con pasta di zucchero (comprata)

venerdì 21 dicembre 2012

colazioni natalizie

Eccomi di nouvo, dopo un po' di latitanza.

Non é che non ho sdolciato un po' é giusto che non ero ispirata.

Troppi cambiamenti, troppo poco tempo, troppa stanchezza, troppa poca pazienza.

Comunque.

Natale é alle porte e nella scuola dei bimbi ogni classe organizza una colazione alunni, maestra, genitori. Ognuno porta qualcosa, succhi, caffé, cioccolata da bere, croissant, ...
Io ho fatto i muffin al cioccolato senza uova (Andre allergico e compagnetta di Ely allergica)

Ecco il risultato

Classe Andre

Classe Ely

Classe Ely

Per quelli di Elisa la scritta era tutta con i puntini rossi (ma non ho la foto)

classe Ely

classe A


Classe Andre

classe Andre
Ricetta:

250 gr farina
125 gr zucchero
100 gr gocce cioccolato
2 cucchiai cacao
250 ml latte (senza lattosio) + qualche cucchiao
2 cucchiaini lievito in polvere
30 gr olio evo

Mischiare insieme gli ingredienti secchi, tranne il lievito
Mischiare tra loro olio e latte
Unire i due composti
Sciogliere il lievito in uno o due cucchiai di latte e unire al composto
Versare nei pirottini e infornare ( a forno caldo 180°) per 20 minuti

Decorare a piacere (io pasta di zucchero, questa volta comprata)

martedì 30 ottobre 2012

io, lui e la Juve

Altra domenica, altra partita, altra ricetta.

Io non sono juventina, non ero neanche simpatizzante, io nasco interista, MA 

{in genere quando siamo tutti a casa e io decido di mettermi a pasticciare il consorte non fà i salti di gioia, poi apprezza e mangia, ma l'idea che "perda tempo" non lo aggrada molto (lui si "rilassa" con le partite, se la juve vince e gioca bene, io preferisco gli impasti, ma non tutti lo capiscono)}. 

ora la Juve sta diventando la mia miglior amica, spero vada lontanissimo in champions, così noi impastiamo, torteggiamo; pasticciamo senza freni.

Praticamente:

Io mi rilasso quando impasto, mi diverto e anche i bimbi, quindi quando lui esce per andare a vedere la partita noi tiriamo fuori i cucchiai di legno e i mattarelli, non per picchiarlo al suo rientro, per girare gli impasti e spianarli.

Domenica scorsa abbiamo dunque provato una nuova ricetta:
i pancake senza uova (trovata qui http://ricette-casalinghe.blogspot.it/2012/06/pancake-senza-uova.html)
solo che noi gli abbiamo fatti gluten free.

200 gr di farina senza glutine
3 cucchiai di zucchero
2 cucchiaini rasi di lievito in polvere
latte latte latte, che la farina senza glutine é cemento,
acqua acqua, che la farina senza glutine é cemento.
(noi latte senza lattosio)
a parte gli scherzi, bisogna aggiungere latte (io anche un po' d'acqua) piano piano, poco a poco, fino a raggiungere una consistenza cremosa/liquida, un po' tipo yogurth.

Scaldare una padella, ungerla leggermente e cuocere. Saprete che i pancake sono cotti quando le bollicine che si formeranno saranno scoppiate e il pancake dorato.

Insieme a questa nuova ricetta vi presento altri due prodotti Green Gate che ho trovato non solo adorabili, ma di qualità e bellissimi, purtroppo i colori non rendono benissimo in foto, ma é un blu stupendo.

Con la farina senza glutine, per evitare di ritrovarmi con un composto troppo liquido o insapore mi sono accontentata di questa consistenza


come risulta in padella







big big pancake con miele

Pan-orsetto (ottenuto con quelle formine per fare le uova in padella) e castagne arrosto

Ely decora il suo pan-orsetto


Ecco il risultato, un pan-orsetta con i riccioli bianchi

mercoledì 10 ottobre 2012

Ritorno alla normalità.......quasi

Domenica, il marito va a vedersi la partita, hanno fondato uno juventus club e mo non se ne perde una; io a casa con i bimbi e visto che tutti e tre eravamo in "buona" abbiamo fatto i muffin, sperimentando nuove profumazioni.
Quale occasione migliore per FINALMENTE usare, provare, presentarmi e presentarvi i prodotti della "Green Gate".
Azienda danese, che crea ceramiche, tovagliati, grembiuli, accessori per la casa, rustici, ma moderni.
Io, che pure non vado matta per lo stile rustico, mi sono innamorata dell'infinità di colori, fantasie, ....
Vi consiglio di fare un giro sul loro sito e dare uno sguardo ai loro cataloghi, non ve ne pentirete!

Ecco cosa abbiamo preparato:

Muffin alla violetta:

250 gr farina
130 gr. di zucchero
2 cucchiaini di lievito in polvere
250 ml latte di soia
30 ml olio di oliva
10 caramelle dure alla violetta
2 cucchiai di cacao amaro

Accendete il forno a 180°
In un pentolino ho sciolto, aggiungendo poco per volta tutto il latte, le 10 caramelle alla violetta (non so se si trovano in Italia, qui ci sono ovunque, a forma di fiorellino).
mentre il latte alla violetta si raffreddava un po' ho mescolato solo gli ingredienti secchi;
quando il latte é tiepido l'ho mescolato con l'olio.
ho unito i due composti e ho versato negli appositi stampini.
infornare per +/- 20 minuti.

Muffin al cioccolato e thé all'arancia

250 gr farina
130 gr zucchero
2 cucchiaini lievito in polvere
250 ml acqua
30 ml olio evo
1 bacca di vaniglia
1 bustina di thé all'arancia ( io ne ho usata una sola, ma bisogna usarne almeno 3 per sentire bene l'aroma)
100 gr gocce cioccolato

Ho messo a bollire 250 ml d'acqua e ho preparato il thé.
Ho mescolato da una parte gli ingredienti secchi e quando il thé non era più bollente; ma solo tiepido l'ho mescolato con l'olio.
ho unito i due composti e versato negli stampini
infornato per +/- 20 minuti
forno preriscaldato a 180°


Ho preparato una glassa ad occhio (e gusto) con zucchero a velo, succo di limone e acqua (n cui avevo fatto bollire una bacca di vaniglia aperta a metà)

Ecco i nostri muffin, decorati da due pasticcieri/pasticcioni in erba, presentati sulla tovaglietta "teatowel Ida plum" e piattino "stoneware Naomi plum"






sabato 15 settembre 2012

Sono in ritardooooooo

Chiedo pubblicamente scusa agli organizzatori del contest di "Atmosfera italiana" per il mio ritardo nel pubblicare l'ultima ricetta, ma vi giuro non è per scarso interesse, ero convinta che sarei riuscita al ritorno dalle vacanze a mettermi ai fornelli e invece.......
Queste vacanze sono state un vagabondare, per svariati motivi troppo troppo lunghi da spiegare, comunque, il rientro è stato duro:
Nuovo lavoro, che doveva essere un part-time, invece sono uscita alle 15 solo due volte in due settimane lavorative.
Prima settimana di scuola Andrea, viene spinto da un compagnetto mentre era su un gioco e si rompe il polso, una delle due volte in cui sono uscita presto (per portarlo al pronto soccorso).
Ogni santa mattina che Dio mette in terra i due mostrini (perché quando fanno così sono proprio due mostrini) fanno a gara a chi riesce a farmi diventare più matta, quella maglia non la voglio, quelle scarpe no, la fascia per il braccio non la metto, il panino no, la pasta no...... e chi più ne ha più ne metta
Sto talmente tante ore al PC che arrivata a casa non ho più voglia di vedere lo schermo = ho abbandonato facebook, ma soprattutto il blog.

Cosa peggiore NON HO VOGLIA DI CUCINARE, neanche torte, mi sto trasformando AIUTOOOOO

Come fare per il contest ho assoldato il marito, cuoco provetto e soprattutto amorevole
quindi ecco la sua ricetta e le sue foto

Ingredienti per 4 persone
150 gr filetto di salmone fresco
1 noce di burro
1 cipolla
2 spicchi d'aglio
2 cucchiai Olio EVO
3 cucchiai di panna da cucina
250 gr spaghettine integrali Benedetto Cavalieri
8 gamberi

Preparazione
Mettere sul fuoco l'acqua per la  pasta .
In una padella soffriggere la cipolla e l'aglio in 2 cucc. di olio evo,
nel frattempo che la cipolla imbiondisce, tagliare il filetto di salmone in striscioline spesse 1 cm.
Quando la cipolla è dorata aggiungere il salmone, che deve cuocere da entrambi i lati.
Prima di spegnere il fuoco, aggiungere la panna e la noce di burro.
In un'altra padella, che avrete fatto scaldare, mettete qualche strisciolina di salmone, sempre di 1 cm di spessore,e i gamberi, senza olio ne sale, per renderli croccanti.
Quando l'acqua bolle, salatela e buttate la  pasta .
Un minuto prima che la pasta sia cotta prelevate 4 cucchiai di acqua di cottura e uniteli al condimento
Scolate la  pasta , non ancora al dente, e versatela nella padella dove terminerà la cottura.
Servite abbastanza caldo
Ecco il risultato presentato nei cucchiai finger food




giovedì 19 luglio 2012

31 anni

ok, avrei dovuto stupire con effetti speciali, visto che oggi è il mio compleanno e che sono la tortara di famiglia, ma proprio non avevo voglia ne ispirazione.
Giornata di lavoro troppo lunga, io troppo stanca, quindi non avevo voglia di complicarmi la vita e ho provato a fare una specie di torta della nonna con frolla senza uova, con farina senza glutine e crema alla banana.
Il forno o non era abbastanza caldo o non so, se visto che stiamo traslocando e sa che lui non verrà, si è ammutinato, comunque dopo più di mezzora di cottura era ancora cruda.
In compenso la crema era BUONISSIMA.
Domani aggiorno con ricetta e foto, anche se cruda ho soffiato le candeline.
 Tanti auguri a me!

sabato 23 giugno 2012

Gothic Doll


Mia cugina Maria abita con noi a Bruxelles, è un'artista, studia all'accademia delle belle arti e adora lo stile gotico, quello romantico e medievale, NON quello che cercano di far passare per gotico (quello volgare, dark, quasi satanico) e adora il cioccolato (come darle torto)
Non sapevo bene cosa fare per la sua torta e soprattutto non avevo molto tempo, visto che festeggiava ieri = venerdì = giornata di lavoro.
Chiamo mia sorella, la sua migliore amica, hanno praticamente gli stessi gusti, di quelle amicizie in cui una può finire le frasi dell'altra, si capiscono con uno sguardo; chi meglio di lei poteva dirmi cosa le avrebbe fatto piacere.
Con una certa nonchalance mi fà: sai cosa le piace le "gothic dolls". Inutile dire che ho dovuto documentarmi ecco i tratti comuni di tutte le immagini che ho trovato:
- occhi enormi
- trucco pesante
- bocca rossa o nera minuscola
- vestiti con corpetto
Non sapevo che torta farle visto il poco tempo rimasto e gli ingredienti in casa, idea un mega muffin (ho usato uno stampo che avevo comprato per fare un babà gigante e 1 dose e 1/2 dei muffin cioccolatosi)
Ecco cosa sono riuscita a realizzare in 2 ore (scarse) di lavoro























la festeggiata


















Ecco cosa ho usato e come:

375 gr farina
180 gr zucchero
3 cucchiaini lievito in polvere
375 ml latte di soja
45 ml olio evo
1 fialetta aroma vaniglia
150 gr cioccolato extra fondente a pezzetti
4 cucchiai di granella di nocciole (avrei dovuto metterne almeno altri due)
ho mescolato da una parte gli ingredienti secchi e da un'altra quelli umidi
ho unito i due composti e versato nello stampo
infornato per +/- 50 minuti ( mega muffin=mega cottura, credo che fosse anche un problema del mio forno e del fatto che non avendo le gocce di cioccolato ho usato del cioccolato normale e fondeva rendendo l'impasto sempre umido, ho sfornato quando i bordi e il sopra erano quasi croccanti; lasciandolo un po' fuori dal forno il tutto si è asciugato)
forno preriscaldato a 180°

Ho ricoperto con panna montata alla violetta e alla mela:

avevo delle caramelle di quelle artigianali (qui le vendono in blocchi tagliati a pezzi alle fiere, al museo delle caramelle o nei periodi speciali nei centri commerciali), alla violetta e alla mela,(non le ho pesate) le ho sciolte in un pentolino a fuoco lento aggiungendo un po' d'acqua e ho poi aggiunto lo sciroppo ottenuto alla panna che stava montando