martedì 29 marzo 2011

Nessuna grande opera viene creata in un istante

 abbi pazienza, sei solo all'inizio della tua.18 non sono un traguardo, sono la partenza,
Buon Compleanno sorellina 

il 27 mia sorellina, la più piccola delle femmine (siamo 4), la penultima dei fratelli (siamo 5), ha compiuto 18 anni.
erano anni che sognava di arrivare a questo traguardo e questo era l'anno!!!
spesso ci scontriamo, litighiamo, ma le voglio un gran bene e potevo non farle la torta?????
ho pensato a una torta che la rappresentasse in tutto e per tutto cosí eccola qui:

rossa e bianca come i colori che ha scelto per la sua stanza
le note musicali perché le piace la musica e canta divinamente
il rossetto, il phard con il pennello, l'ombretto perché non esce dalla sua stanza se non é perfettamente truccata
le stelle perché  é una sognatrice, ha la testa un po' tra le nuvole e perché le auguro di diventarne una
cuori perché é innamorata dell'amore e perché anche se (a volte) ci fà arrabbiare é sempre nei nostri
le farfalle per la fantasia, la delicatezza, la libertà
le ali perché é convinta che a 18anni finalmente hai le ali della libertà (e forse ha ragione visto che "i cavalli ci prestano le ali che non abbiamo")
il cavallo perché da quando é piccola li adora e poi finalmente ne ha uno tutto suo (regalo da tutta la family per questo suo compleanno)(il suo é nero, ma avevo finito il colorante nero, cosí ho fatto quello con cui ha iniziato)


vista d'insieme





rossetto, ombretto, pennello, una delle ali, nota musicale
cavallo

candelina personalizzata

phard(putroppo la scarsa qualità della foto non rende giustizia ,sembrava
proprio polvere, o picchiettato la pdz con un pennello a setole dure)
altra ala, la pallina rossa fà da sostegno

altre note e farfalla



















































































































la ricetta:
2 uova
200 gr di zucchero
1/2 bicchiere di latte senza lattosio
200 gr di farina
3 cucchiai di cacao amaro
70 gr di burro fuso

1 bustina di lievito


2 cucchiai di latte per sciogliere il lievito
6min30 alla max potenza
bagna acqua e alchermes

farcia panna e 2 cucchiai di miele
copertura e decorazioni in pasta di zucchero (con miele al posto del glucosio), zucchero colorato rosa e zucchero di canna ( che qui in Belgio é chiarissimo)








domenica 6 marzo 2011

Cento di questi giorni!!!!

Il 4 era il compleanno di mio papà, ma lo abbiamo festeggiato domenica.
Gli ho preparato il suo dolce preferito: la zuppa inglese.
Essendo a Bruxelles ho dovuto cercare un posto dove vendessero l'alchermes. l'ho trovato in un negozio specializzato in prodotti italiani :17€!!!!!!


Comunque.
Ecco la ricetta:

Per la crema pasticcera
500 ml latte di soja
1 baccello di vaniglia
150 gr zucchero
6 tuorli
50 gr farina
bollire il latte con il baccello
montare i tuorli con lo zucchero
lasciar intiepidire un po' il latte e aggiungerlo a filo al composto montato (senza il baccello), aggiungere la farina e rimettere il tutto sul fuoco sino a che il composto non si rassoda.

una volta raffreddata dividere in due e aggiungere a una metà 20 gr di cacao amaro in polvere

savoiardi bagnati in acqua e alchermes (io ho fatto 1/2 acqua, 1/2 alchermes, ma anche 2/3 acqua 1/3 alchermes và bene)
per i bambini ho bagnato i savoiardi nel latte

in una pirofila foderata di pellicola da cucina mettere uno strato di savoiardi bagnati, uno strato di crema bianca, uno strato di savoiardi bagbati, uno strato di crema al cacao, uno strato di savoiardi bagnati

per dare un tocco in più ho squagliato 250 gr di cioccolato fondente con un cucchiaino d'acqua e uno di alchermes e l'ho colato sopra l'ultimo strato di biscotti.

coperto di pellicola e messo in frigo (io tutta la notte, ma almeno qualche ora)

prima di servire ho capovolto su un vassoio ricoperto di panna e con uno stencil fatto da me e del cacao in polvere ho creato il disegno.




a carnevale ogni scherzo vale

Quest'anno festeggiamo carnevale a Bruxelles.
Ely ha fatto la festa a scuola giovedì. Qualche giorno prima siamo usciti per cercare il vestito da principessa. Vanità di mamma le ho fatto vedere tutti i vestiti più belli e princpeschi. Ne abbiamo visto uno BELLISSIMO, lungo, con la gonna tutta arricciata, e lei mi guarda e fà : "mamma questo non mi piace e tutto fasciato!!!".
Mi sono arresa e lei ha scelto il vestito di Biancaneve!!!!!!! la principessa con il vestito meno principesco di tutte le principesse!!!!!!!
Lei deve vestirsi, lei sceglie.(almeno a carnevale posso concederglielo)
Anche perché nonostante non sia IL vestito da principessa è proprio una BELLISSIMA Biancaneve!!!!

Le maestre mandano un biglietto a tutti i genitori per avvisare che c'è la festa e per chiedere di partecipare in qualche modo.
Decido di fare le "chiacchere"
Non le ho mai fatte
La ricetta che usava mia mamma è andata perduta da quando non c'è più nonna (era il nostro ricettario vivente), cerco su internet ma ci sono un'infinità di varietà. Ne scelgo due e praticamente le fondo in una. Esperimento riuscito.

Ecco a voi le mie chiacchere:
nell'ordine
500 gr di farina
1 bustina di zucchero vanigliato
2 cucchiai colmi di zucchero
1bustina di lievito
2 uova
1/2 bicchierino da liquore di rum
acqua q.b.

una volta ottenuto un impasto abbastanza omogeneo e non appiccicoso dare la forma di una palla, avvolgerlo nella pellicola e mettere in frigo per +/- 40 min
lavorarlo un po' e stenderlo con la macchina per la pasta (max misura 4, nella mia 1 è il più largo e 7 il più stretto)
friggere in olio caldo ma non bollente

ecco il risultato, purtroppo già impacchettato per la scuola.
 (la maestra mi ha fatto un sacco di complimenti, anche la mia family (ne ho fatto un vassoio anche per casa), ma quello che mi ha fatto più piacere è stato sapere che la mia bimba era contentissima e che diceva a tutti che era stata la sua mamma a farle)