sabato 23 giugno 2012

Gothic Doll


Mia cugina Maria abita con noi a Bruxelles, è un'artista, studia all'accademia delle belle arti e adora lo stile gotico, quello romantico e medievale, NON quello che cercano di far passare per gotico (quello volgare, dark, quasi satanico) e adora il cioccolato (come darle torto)
Non sapevo bene cosa fare per la sua torta e soprattutto non avevo molto tempo, visto che festeggiava ieri = venerdì = giornata di lavoro.
Chiamo mia sorella, la sua migliore amica, hanno praticamente gli stessi gusti, di quelle amicizie in cui una può finire le frasi dell'altra, si capiscono con uno sguardo; chi meglio di lei poteva dirmi cosa le avrebbe fatto piacere.
Con una certa nonchalance mi fà: sai cosa le piace le "gothic dolls". Inutile dire che ho dovuto documentarmi ecco i tratti comuni di tutte le immagini che ho trovato:
- occhi enormi
- trucco pesante
- bocca rossa o nera minuscola
- vestiti con corpetto
Non sapevo che torta farle visto il poco tempo rimasto e gli ingredienti in casa, idea un mega muffin (ho usato uno stampo che avevo comprato per fare un babà gigante e 1 dose e 1/2 dei muffin cioccolatosi)
Ecco cosa sono riuscita a realizzare in 2 ore (scarse) di lavoro























la festeggiata


















Ecco cosa ho usato e come:

375 gr farina
180 gr zucchero
3 cucchiaini lievito in polvere
375 ml latte di soja
45 ml olio evo
1 fialetta aroma vaniglia
150 gr cioccolato extra fondente a pezzetti
4 cucchiai di granella di nocciole (avrei dovuto metterne almeno altri due)
ho mescolato da una parte gli ingredienti secchi e da un'altra quelli umidi
ho unito i due composti e versato nello stampo
infornato per +/- 50 minuti ( mega muffin=mega cottura, credo che fosse anche un problema del mio forno e del fatto che non avendo le gocce di cioccolato ho usato del cioccolato normale e fondeva rendendo l'impasto sempre umido, ho sfornato quando i bordi e il sopra erano quasi croccanti; lasciandolo un po' fuori dal forno il tutto si è asciugato)
forno preriscaldato a 180°

Ho ricoperto con panna montata alla violetta e alla mela:

avevo delle caramelle di quelle artigianali (qui le vendono in blocchi tagliati a pezzi alle fiere, al museo delle caramelle o nei periodi speciali nei centri commerciali), alla violetta e alla mela,(non le ho pesate) le ho sciolte in un pentolino a fuoco lento aggiungendo un po' d'acqua e ho poi aggiunto lo sciroppo ottenuto alla panna che stava montando

Nessun commento:

Posta un commento